SPIEGAZIONI DEI SIMBOLI

I pittogrammi descrivono le proprietà e l'utilizzabilità dei singoli prodotti:
EC1_PLUS_DE_cmyk_768x170.png
EMICODE

EMICODE è un marchio registrato per la classificazione di materiali moderni da posa e da costruzione ,privi di solventi, a bassa emissione.

Il marchio di qualità per igiene in ambiente esterno e interno viene concesso
a partire dal 1997 dal GEV (Associazione per materiali da posa,
colle e prodotti da costruzione a emissioni controllate - GemeinschaftEmissionskontrollierte Verlegewerkstoffe, Klebstoffe und Bauprodukte e. V.) a produttori che si sottopongono a severi controlli di qualità e a verifiche periodiche. Dal punto di vista del consumatore e della protezione ambientale EMICODE rappresenta un ausilio orientativo per la valutazione e la selezione di prodotti chimici da costruzione. Il sistema di classificazione è destinato a progettisti, consumatori e artigiani, oltrepassa l’ambito aziendale ed è neutro rispetto alla concorrenza.

EMICODE classifica i diversi gradi di emissione sulla base delle regole e modelli di prova definiti dalla GEV (verifica nella camera di emissione) in tre classi di emissione.

Molti prodotti del programma WAKOL sono conformi alle migliori classi di emissioni EMICODE EC1 PLUS. Essi sono sottoposti a verifiche severe che comprendono le materie prime, il ciclo produttivo fino al prodotto finito, conformemente alla DIN EN ISO 9001:2015 con particolare attenzione al controllo delle emissioni ed alle eccezionali caratteristiche funzionali-applicative.

Blauer_Engel_cmyk_768x170.png
Angelo Blu

L‘Angelo Blu viene concesso per diverse categorie di prodotti in base a criteri di controllo adeguati. I materiali da posa vengono controllati secondo la norma DE-UZ 113. La licenza Angelo Blu viene concessa dall‘Istituto Tedesco per l‘Assicurazione di Qualità e la Marcatura (RAL) dopo un controllo esterno del comportamento alle emissioni e il soddisfacimento di ulteriori condizioni per materiali contenuti e confezioni oppure per le indicazioni sui foglietti illustrativi. Il marchio con l‘Angelo Blu avviene su base volontaria. In base alla norma DE-UZ 113 esistono criteri Angelo Blu per materiali da posa caratterizzati da basse emissioni VOC nell‘aria in ambiente interno e quindi con bassi effetti sulla salute umana. Per il consumatore privato si tratta del marchio ecologico più conosciuto. I requisiti di EMICODE EC1 e dell‘Angelo Blu si collocano su un livello confrontabile. EMICODE EC1PLUS rappresenta i massimi requisiti per materiali da posa a basse emissioni. Per dettagli vedere il punto www.blauer-engel.de/de/produktwelt/bauen/bodenbelagsklebstoffe.

M1_cmyk_768x170.png
M1: classificazione delle emissioni di materiali da costruzione

M1 è un sigillo protetto per la classificazione del prodotto dei materiali da costruzione a bassa emissione. materiali da costruzione.

L‘etichetta di prova volontaria finlandese per l‘igiene ambientale e interna è stata dal 1996 dalla Building Information Foundation RTS ai prodotti realizzati da produttori che si sottopongono a severi controlli di qualità e ad ispezioni regolari. ispezioni regolari. L‘obiettivo della classificazione è quello di promuovere lo sviluppo e l‘uso di lo sviluppo e l‘uso di materiali da costruzione a basse emissioni.
La classificazione stabilisce i requisiti di emissione e di odore per i materiali da costruzione, e mobili negli uffici e negli edifici residenziali per quanto riguarda la qualità dell‘aria interna. qualità dell‘aria interna. Test di emissione e odore in un laboratorio terzo neutrale laboratorio forniscono informazioni affidabili sull‘emissività dei materiali da costruzione. di materiali da costruzione.

Nella classificazione M1, i limiti sono stabiliti per l‘emissione e l‘odore del prodotto nell‘aria. emissione e odore nell‘aria della stanza. I composti di riempimento devono essere essere senza caseina.

CE_cmyk_768x170.png
Marcatura CE

La marcatura CE è la marcatura del Produttore che classifica il prodotto secondo uno standard europeo equivalente. I livellanti sono conformi alla norma DIN EN 13813 “Massetti e materiali per massetti.” La marcatura CE è un elevato grado di trasparenza importante per la proprietà dei prodotti consegnati. Ogni prodotto recante il marchio CE soddisfa i requisiti indicati, i valori indicati sono quindi sempre I valori minimi. Il regolamento sui prodotti da costruzione europea (UE 305/2011) dice che per ogni prodotto marcato CE dal produttore si richiede una dichiarazione di prestazione . Nel sito internet www.wakol.de ciò è previsto per ogni prodotto.

UE-Zeichen_cmyk_768x170.png
Marchio Ü

Il marchio di conformità (marchio Ü) identifica i materiali da posa che corrispondono alle regole tecniche fondamentali per l’autorizzazione all’impiego. Conosciuto in Austria come marchio ÜA. Le autorizzazioni all’impiego per prodotti e tipi di costruzioni vengono concesse nell’ambito delle ordinanze regionali. Rappresentano una certificazione affidabile per l’impiego di prodotti da costruzione. L’Istituto Tedesco per le Costruzioni (DIBt), in qualità di ente tedesco di supervisione, concede le autorizzazioni generali all’impiego di prodotti da costruzione.

Per motivi di protezione della salute, a partire dal 01/01/2011 le colle per parquet e pavimenti in legno per l’applicazione in ambienti residenziali richiedono un’autorizzazione generale (cfr. Elenco regole di costruzione B Parte 1, num. 1.18.3 e Allegato 1/18.3). A partire dal 01/01/2012 entra in vigore l’obbligo di autorizzazione per colle per le pavimentazioni e per i supporti di posa.

Steuerrad_cmyk_768x170.png
Certificazione navale (Barra del timone)

La barra del timone è un marchio di conformità valido su scala europea che attesta per il rispettivo prodotto l‘idoneità all‘allestimento di imbarcazioni secondo la Direttiva 2014/90/EU del Consiglio della Comunità Europea per Imbarcazioni (Direttiva CE per Imbarcazioni – MED). Il presupposto è il superamento di un determinato controllo antincendio. Oltre a questo controllo CE su campione, sono necessari controlli da parte di un ente pubblico, come per es. un sistema QM secondo Modulo D. La Ruota del timone è gestita dalla IMO, International Maritime Organisation, organizzazione dipendente dall‘ONU. Per ogni prodotto, la dichiarazione di conformità è disponibile al sito www.wakol.de.

GISCODE_cmyk_768x170.png
GISCODE

GISCODE è un sistema di classificazione che, dal 1993, sancisce un accordo tra produttori ed Istituto delle Assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro del settore edile. Prevede la suddivisone all’interno di un sistema che classifica gruppi di prodotti con diversa pericolosità. È mirato prettamente alla tutela dell’ambiente di lavoro e si riferisce a 4 tipologie di prodotto contemplate dal TRGS 610.

La classificazione dei prodotti secondo GISCODE, indicata sulle etichette degli imballi, sulle schede tecniche e schede di sicurezza, è eseguita volontariamente da tutte le aziende aderenti all’Associazione delle Industrie del settore collanti. L’ Istituto delle Assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro del settore edile detiene, per tutti i tipi di prodotto classificati GISCODE delle aziende associate, una campionatura con relativa scheda prodotto.

Franz_VOC_cmyk_768x170.png
Normativa francese (emissioni VOC)

La normativa francese sulle classi di emissione VOC prevede che a partire dal 1° gennaio 2012 tutti i prodotti da costruzione, i rivestimenti per pavimenti e pareti, i colori e le vernici impiegati in ambienti interni vengano contrassegnati con la rispettiva classe di emissione. L‘assegnazione alle classi di emissione avviene in base a valori limite fissati e viene eseguita dal produttore sotto propria responsabilità. L‘identificazione sul prodotto indica la più alta (peggiore) delle classi di emissione che sono state trovate per i VOC e per il TVOC. Vengono accettati dati equivalenti sulle emissioni, come per esempio dai controlli per AgBB, EMICODE, Angelo Blu ecc. Per dettagli vedere wakol.de.

Connected-Systems_cmyk_768x170.png
CONNECTED SYSTEMS

Connected Systemes è un continuo sviluppo di soluzioni di sistema da Loba e Wakol. Attraverso la cooperazione intensa e lo scambio di esperienze nello sviluppo dei prodotti, i nostri prodotti passano attraverso un processo di revisione coordinato. Questo garantisce la massima sicurezza durante la posa.

loesemittelfrei_cmyk_768x170.png
TRGS 610 GEFAHRSTOFFVERORDNUNG

L‘ordinanza sui materiali pericolosi (GefStoffV) regola in modo completo la classificazione, l‘identificazione e la manipolazione di tutti i tipi di materiali pericolosi (www.baua.de/de/Themen-von-A-Z/Gefahrstoffe/Rechtstexte/Gefahrstoffverordnung.html). Le Regole Tecniche per i Materiali Pericolosi (TRGS) concretizzano i requisiti dell‘ordinanza sui materiali pericolosi per l‘artigianato.
L‘ordinanza sui materiali pericolosi viene rispettata attraverso le TRGS.

La TRGS 610 Materiali e processi sostitutivi per pretrattamenti e colle ad alto contenuto di solventi per pavimenti è stata aggiornata. La nuova edizione della TRGS 610 è in vigore da gennaio 2011.

In base alla TRGS 610 rappresentano delle possibilità alternative consigliate le colle in dispersione, le colle SMP/MS o le colle PU senza solventi.

In casi particolari, può essere necessario impiegare per l‘incollaggio di parquet colle a forte contenuto di solventi del gruppo GISCODE S 0,5 [o meglio come VOC Control]. In caso di impiego di questi sostituti chiaramente meno adatti, devono essere rispettati i valori limite sul posto di lavoro e il valore limite totale.

EPD_cmyk_768x170.png
Dichiarazione ambientale di prodotto (Environmental Product Declaration, EPD)

L’EPD è una realta’ che tenta di raccogliere tutte le informazioni / dati ambientali, come il consumo di risorse e le emissioni ad un prodotto durante tutto il ciclo di vita del prodotto. Ciò equivale a 100 dati individuali. Punto di partenza per la creazione di un EPD è il cosiddetto LCA, vale a dire l’analisi sistematica degli impatti ambientali dei prodotti durante il loro intero ciclo di vita, questo e’ anche conosciuto come analisi del ciclo di vita. La procedura di base per la preparazionec di tali dichiarazioni di prodotto è in parte regolato dalla EN 15804.

Per compilare questo sistema si necessita di grandi insiemi di dati.

La dichiarazione ISO Tipo III secondo DIN EN ISO 14025 è stato creato in collaborazione con l’Istituto di Edilizia e Ambiente. Queste dichiarazioni di quantitativi circa le prestazioni ambientali di EPD vengono utilizzati nella certificazione degli edifici, Parola chiave: “Edifici sostenibili”. In Germania, ad esempio, in base al raggiungimento dei criteri DGNB vengono rilasciati certificati in oro, argento o bronzo.